Technogym

Faccio casino, ma pianino pianino.
Guidare la moto verso casa lo rende sereno, ma se deve lavorare è quasi felice, anche se pare che la felicità non sia di questa terra. Si sente bene, meglio di tanti che han deciso di non decidere e quindi va molto bene così. Primi passi nel bar ma con il naso attento all’odore della tipografia vicina a casa. Diviso tra il gioco delle carte romagnole e la creazione di un marchio, ora di valore universale, diventa arbitro di sè stesso per il solito caso del destino che si chiama curiosità.

Qualche secondo dedicato a raccontare la filosofia di Fabio Faberi, ritmo rapido, faccia ruvida e libera, animo quasi documentaristico, ma attento alle sensibilità e psicologie che lo circondano, uomo di bottega creativa, ma contemporaneamente visionario dallo stile e dallo sguardo internazionale.
In una vita almeno due moto, oggi una special inglese made in Fabio Faberi Garage e una italiana sbarazzina veramente a divertimento tuttofare, quando nella Riviera andavano i bikini bianchi fatti all’uncinetto.

Un raro esempio di longevità delle immagini fotografiche

Dal 2002 conosciamo Technogym come cliente

SkillAthletic

→ Andammo in Sudafrica
con una produzione fotografica complessa, ma evidentemente di grande efficacia, visto che alcune immagini vengono utilizzate ancora oggi.
Lanci di prodotto, cataloghi, retail, advertising, prima solo foto e da qualche anno anche video, distribuiti su tutti i media, seguiti dall’agenzia storica o da altri gruppi, sempre con il confronto continuo con la direzione marketing. In qualche caso con interventi parziali, in altri seguendo dall'ideazione creativa alla produzione esecutiva.